giudice costituzionale nicol zanon indagato per peculato uso accuse insussistenti dimetto

Sono sereno e conto di poter dimostrare l’assoluta insussistenza del reato che mi viene contestato ha detto il componente della Consulta alle agenzie di stampa Tuttavia per rispetto dell’etica istituzionale e della funzione che ricopro, nonché per il rispetto che porto verso il Presidente della Corte Costituzionale, ho ritenuto di presentare le mie dimissioni al Presidente della Corte, Giorgio Lattanzi.

Avvocato, docente di diritto costituzionale alla Statale di Milano, ha insegnato anche in altri Atenei, tra cui la Bocconi e l’università di Padova.

In piena bufera post-bunga bunga uscirono fuori gli estratti conto dell’allora Cavaliere a olgettine e simili e Interpellato dal Corriere scrivevano Luigi Ferrarella e Giuseppe Guastella il professor Zanon spiega che con quei soldi Berlusconi gli ha retribuito un parere pro-veritate regolarmente fatturato, chiestogli da uno dei legali del Cavaliere sull’eventualità che le dichiarazioni del premier a Santa Margherita, per le quali Berlusconi era stato denunciato dal gruppo l’Espresso di Carlo De Benedetti, potessero essere coperte dall’insindacabilità delle opinioni espresse nell’esercizio del mandato del parlamentare-Berlusconi.

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 21 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana.

giudice costituzionale nicol zanon indagato per peculato uso accuse insussistenti dimettoultima modifica: 2018-03-13T10:19:17+01:00da rachelesl
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento